Sono ormai trascorsi cinque anni dalla primavera del 2007 quando al Dipartimento di Lituanistica della Biblioteca Nazionale di M.Mažvydas sono state affidate la cura e la conservazione dei volumi della biblioteca della famiglia dei Lozoraitis – una famiglia che fatto la storia della diplomazia lituana. Al momento, anche se solo una porzione limitata della collezione è disponibile su catalogo elettronico e, dunque, a disposizione degli utenti, il grande interesse dimostrato gia’ da ora è una conferma dell’importanza di tale raccolta. Ogni elemento della collezione ha fedelmente accompagnato, lungo l’intero itinerario diplomatico, i diversi proprietari: Stasys Lozoraitis padre (1898-1983), diplomatico; sua moglie, Vincenta Matulaitytė-Lozoraitienė (1896-1987), famosa pedagogista e personaggio pubblico; i loro figli – Stasys Lozoraitis figlio (1924-1994), ambasciatore, Presidente della Speranza e Kazys Lozoraitis (1929-2007), primo ambasciatore straordinario e plenipotenziario della Repubblica di Lituania nominato dopo l’indipendenza riconquistata presso la Santa Sede. Quei volumi sono testimoni delle vicende di vita, degli interessi e delle idee dei membri di questa famiglia eminente. La collezione custodita nel Dipartimento di Lituanistica, dunque, risulta essere un invito a condurre le più svariate ricerche scientifiche rivolto a tutti gli storici e ai critici d’arte, ai bibliografi e ai politologi. Inoltre, i dati più interessanti, reperiti durante la sistemazione e lo studio dei libri della biblioteca dei Lozoraitis, saranno condivisi con gli utenti futuri attraverso l’allestimento di mostre virtuali.
I volumi della collezione esposti testimoniano l’importanza che i Lozoraitis attribuirono alla storia del posto dove vivevano e al proprio rapporto con quei luoghi. Il legame con la cultura italiana nasce in seguito al destino professionale della famiglia Lozoraitis; infatti, la famiglia di Stasys Lozoraitis, ministro degli Affari Esteri della Lituania indipendente e poi capo del servizio diplomatico in esilio, condusse gran parte della sua vita a Roma. Per questo, una sezione della biblioteca dei Lozoraitis racconta la storia, i luoghi, i palazzi e gli autori di questa città maestosa attraverso volumi accumulati per diversi decenni. L’illustre ambasciatore Kazys Lozoraitis, ormai deceduto, è stato colui che ha consegnato la collezione dei volumi di famiglia alla Biblioteca Nazionale di M.Mazvydas; tale personaggio ha vissuto per sessantanni a Roma ed è ricordato tuttora come punto di riferimento unico, per sensibilità e conoscenze, della Capitale. L’Ambasciatore Irena Vaišvilaitė rammenta: “I giudizi di Kazys sono stati sempre precisi ed esatti, se riuscivi a recepirli. Lui era un vero romano. Proprio romano, e non italiano, sebbene io considerassi l’Italia come sua seconda patria” (Diplomatas par excellence: Kazys Lozoraitis, 1929-2007 / a cura di Giedrė Jankevičiūtė. Kaunas, 2008, p. 206).
Ci auguriamo che la prima mostra dei volumi della collezione dei Lozoraitis risulti interessante e utile per quelli che vogliono approfondire le proprie conoscenze della storia, dell’architettura, delle esposizioni dei musei e delle gallerie di Roma e anche per coloro che, almeno una volta, sono stati stregati dallo splendore della Città eterna. I libri della mostra su Roma sono in italiano e sono suddivisi in tre gruppi tematici:

 

«

Città - storia

Città - museo

Città - impressione

 

La mostra è stata curata dal Reparto di Lituanica della Biblioteca Nazionale.
Curatori: Jolanta Matuzaitė, Viktorija Kirijakaitė, Eglė Karalienė; traduzione dei testi in italiano:
Diana Dunajevienė, redazione: Rosanna Villani e Davide Scalmani (Istituto Italiano di Cultura di Vilnius).

Si ringrazia l‘Istituto Italiano di Cultura di Vilnius per la collaborazione prestata alla
preparazone della mostra.